Passa al contenuto principale

Topic: DSG: consumi con cambio in S (Letto 524 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

DSG: consumi con cambio in S

Stufo del comportamento del motore con cambio DSG sulla posizione D, con regimi sempre sottocoppia, con poca sensibilità e risposta del motore al comando del gas,  con continue scalate in automatico di tre marce ogni volta che si affonda l'acceleratore o richiesta di utilizzo del cambio manuale, con cambi di rapporto continui ( a volte 6 marcia a 70 kmh), con inserimento della 2° a 5 kmh e conseguente sfrizionamento continuo quando si marcia in coda e a rilento,  ho deciso di provare ad usare l'auto con il cambio sempre in S e verificare comportamento, consumi, difetti e pregi.
Premesso che il consumo medio in D sulle strade che percorro abitualmente (10 % città, il resto suddiviso equamente tra strade di pianura e collina/montagna, ed escludendo le autostrade dalla prova) è attestato dal C.D.B. su 14,0 km/l, ho quindi percorso circa 3000 km delle stesse strade, con la stessa andatura (in realtà forse anche più allegra, visto la miglior risposta del motore), ed alla fine il risultato del consumo è stato di 13,8 Km./l., con un aumento del consumo medio del 1,5%.
Pur tenendo conto dei possibili piccoli errori di valutazione in una prove del genere, risulta che, per una guida piuttosto sportiva, specie su strade di collina, ma anche in pianura con ripetuti sorpassi e velocità extra limite, il consumo non cambia nelle due modalità, nonostante i molti vantaggi che elenco di seguito:
-la piacevolezza di guida maggiore, con una risposta del motore molto sensibile al gas (il motore è sempre in coppia), è innegabile;
-non è più necessario smanettare di continuo sui paddle, e le cambiate delle marce in automatico si riducono della metà;
-è possibile comunque guidare in maniera economica con  poco gas, con la differenza che le marce vengono innestate a velocità più logiche, ad esempio la 2° ai 20kmh, la 3° ai 35, la 4° ai 60, la 5° ai 85 e la 6° ai 110. In salita in 4°ad esempio, il motore può scendere solo fino a 1600 giri prima di innestare la 3°, e a quel regime rimane brioso e mantiene una bella ripresa;
-il freno motore è molto più marcato, senza bisogno di passare in manuale, con risparmio dei freni.
-probabilmente, ma non posso dimostrarlo, anche il filtro antiparticolato ne giova, con maggiori percorrenze prima della "rigenerazione".
Gli unici difetti riscontrati, un leggero ed ovvio aumento della rumorosità, a causa del motore che gira a regimi superiori e la necessità di posizionare il cambio in S ad ogni accensione del motore, visto il ritorno in automatico alla posizione D quando si spegne.
Per la cronaca, la mia guida è spedita e scorrevole, ma con limitato uso dei freni; sulle statali di pianura con frequenti sorpassi, e velocità dove possibile anche di 140/150 kmh, mentre in collina e montagna con ricerca delle traiettorie e guida spedita, ma certo senza far stridere le gomme o "staccate" al limite.
Ho scelto di evitare l'autostrada, perché i consumi sarebbero stati praticamente identici, viaggiando quasi sempre in sesta marcia comunque. E' chiaro che la scelta di viaggiare in S è conveniente se si ha uno stile di guida dinamico e se si percorrono strade con salite e discese. Chi, per scelta o per le condizioni del traffico, viaggia a bassa velocità su strade di pianura, senza effettuare sorpassi e/o accelerazioni importanti, sicuramente farà maggiori risparmi di carburante  viaggiando in D.
Ma la prova ha evidenziato che non appena si guida più sportivamente, non è  conveniente mortificare il motore(e le prestazioni) lasciando il cambio in D,  senza ricevere peraltro nessun risparmio tangibile di carburante ed aumentando invece quello dei freni, della frizione e dei meccanismi del cambio.

 

 


Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 1
Assolutamente d'accordo con te. Da come scrivi, il mio stile di guida è molto simile (senza pretesa e senza la tua esperienza,  naturalmente), poco freno, gas, trasferimento di carico e giusto rapporto per scorrere spedito e con la macchina composta.
La differenza è che in S, la mia almeno, ha una logica di gestione ancira meno intelligente che in D. Tira troppo in alto le marce, le tiene troppo soprattutto se si accenna a tenere giù il destro un filo più del normale.
La logica di gestione migliore è quella che si inserisce (in D) quando.......aggancio un rimorchio!
Accidenti....
L'ideale, l'ho sempre detto, sarebbe quello di avere una terza "mappa" oltre a D ed S come fanno altre  marche e quella "al traino" sarebbe davvero azzeccata sul tipo di strade che frequento e per il mio modo di guidare.
Ne beneficerebbero la meccanica, il piacere di guida, il gusto e lo stile senza inficiare i consumi (ho fatto diverse prove anch'io, ma in manuale).
Andare in giro col carrello sempre attaccato,  alla fine, è un po' scomodo.... ;)

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 2
Per queste considerazioni e par altre ancora... manuale tutta la vita!


Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 4
Per queste considerazioni e par altre ancora... manuale tutta la vita!
ma per piacere!  :))
 le ragioni per cui uno sceglie un automatico rispetto al manuale sono ben altre; potrei dire che io al contrario di chi vorrebbe che il DSG partisse sempre in S vorrei partisse sempre in E, e invece parte in D e devo premere un tastino per commutare la modalità di guida; min***a che stress!
godetevi il manuale che io mi godo il DSG con tutti i limiti legati al software anche se sono convinto che per tanti di mappe ce ne vorrebbero 5 e ancora non basterebbero perchè nemmeno una si adatterebbe al proprio modo di guidare, servirebbe un mappa fatta su misura e magari che si adatti anche alle condizioni "umorali" del conducente.
Probabilmente la modalità di guida di default è stabilita da programmazione VAG e sarà anche modificabile, però non ne ho certezza e quindi finchè qualcuno non trova il long coding giusto mi stresso ogni volta a premere il tastino per cambiare la modalità di guida.
Non tutti hanno il trascorso di Furio in campo sportivo automobilistico, per il 99,9% di chi ha un auto con il cambio automatico la priorità è avere un mezzo di trasporto che consenta di spostarsi dal punto A al punto B senza stressarsi troppo con le marce, guida più rilassata; in America e in altri Paesi un pochino più evoluti il cambio manuale è un optional, solo in Europa e in particolar modo nei Paesi latini c'è ancora questa necessità di provare piacere nel guidare una macchina godendo se la cambiata avviene a 1750 giri anzichè a 1400.
Dico questo con il massimo rispetto per chi in passato ha corso con le macchine e quindi gli è rimasta la passione dentro, ma quanti possono avere le esigenze e il palato fino di Furio?
Il cambio manuale è destinato a sparire, mettetevelo pure via, e il colpo finale glielo darà i nuovi veicoli ibridi o a propulsione elettrica 100% sui quali il cambio manuale non è nemmeno ipotizzabile.

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 5
Allora lunga vita ai dinosauri in via d'estinzione  (drinking)


Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 7
Sul concetto di livello di evoluzione di un paese già avrei alcune cose di cui poter discutere.  Figuriamoci se il livello di evoluzione,  poi, lo dovessimo associare al livello di diffusione di in determinato tipo di cambio....

Io non ho i trascorsi di Furio, no, ma il palato fine e il gusto per la "bella guida" sì.
Certo che ognuno avrebbe piacere ad avere 5 mappe fatte ad hoc per ogni stato di umore, senza arrivare a tanto,  quello che lamentavo è solo che fra D ed S c'è davvero un abisso ed S su un dei, per come è fatta la mia, è assolutamente inutilizzabile.
D va bene a guidare in pianura, sul dritto e molto tranquillo, su percorsi montuosi, collinari o comunque tortuosi, per me, ma pare anche per chi ha più esperienza di me, è poco adatta.
Siccome la terza via c'è già nella memoria del sistema,  bell'e pronta e confezionata dalla casa (sulla mia si attiva agganciando un rimorchio), sarebbe stato bello fosse stata anche un'opzione disponibile al guidatore. Tutto qui.
Poi certo che me la godo lo stesso la macchina, certo che qualcuno sarebbe ugualmente scontento, ma tant'è.
E le impressioni di Furio non fanno che confermare quella che era già una mia idea anche se in passato non ho mai corso (pur rimanendo comunque nella convinzione di saper guidare piuttosto bene  :P ).

È poi sono tanto orgoglioso di essere pure io "dinosauro"......e non solo automobilisticamente parlando...

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 8
a scanso di equivoci...
il mio post precedente era per stoppare sul nascere l'ennesimo O.T. in un thread che non ha per titolo Cambio Meccanico Vs. DSG; ribadisco però che l'evoluzione del "homo automobilista" e il progredire dei mezzi porterà inevitabilmente all'estinzione del cambio meccanico;
poi su quello che riguarda la modalità di funzionamento del DSG ognuno ha le sue opinioni; certo è che se una volta impostata la modalità di guida questa fosse mantenuta anche dopo lo spegnimento così come avviene per la modalità del clima o dei fari, sarebbe una gran cosa e accontenterebbe molta più gente.
Più che per una questione di consumi che come dice Furio cambia poco o niente, a me la modalità Sport non piace granchè proprio perchè per il mio piede tira un po' troppo le marce prime di effettuare la cambiata; quando invece mi parte l'embolo, sono in discesa o mi serve freno motore dò un colpettino di cloche all'indietro e da qualsiasi modalità di guida sia impostata, passa subito in modalità sport.
Tutto qua


Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 10
in tutta onestà, su un mezzo che ancora mi dà la possibilità di divertirmi quando guido come la moto, prediligo il cambio manuale e ho rifiutato il cambio elettroassistito che mi veniva pressochè regalato in fase di acquisto;
con la macchina, causa le condizioni di traffico che ci sono per nove mesi all'anno nella zona turistica dove abito impestata oltre che da autisti da TSO anche da velox, FFOO ecc ecc, ho appeso scarpini e anche guantini al chiodo e mi sono adeguato alla realtà del traffico (e delle multe).
Ci sarebbe poi anche il dettaglio del costo carburante, ma è un dettaglio

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 11
@Furio giusto per precisazione, confermo la naturalezza di cambiata alle velocità da te indicate, ma a livello di rpm mi confermi essere tra i 2000 ed i 2200 indicativamente?

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 12
La mia risposta era naturalmente provocatoria ma nata dall'esperienza di avere guidato diverse macchine aziendali con DSG. Bene dopo la prima decina di km fatta in montagna o fuori dalle città avrei preferito schiantare la macchina. Personalmente fuori da contesti del traffico manuale tutta la vita, poi se l'evoluzione porterà per le motorizzazioni alternative differenti scelte ci abitueremo.

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 13
ripeto, sei O.T
di topic in cui ci si è confrontati se è meglio il DSG o il cambio manuale è pieno il web e anche questo Forum; inutile innescare polemiche sterili che non hanno portato a niente e mai porteranno a qualcosa, ognuno ha le sue rispettabilissime convinzioni ed esperienze a riguardo, ma il titolo del topic è molto chiaro sull'argomento discusso: i consumi in modalità Sport e, visto che Furio ha aperto anche un altro topic a riguardo, l'impossibilità di memorizzare la modalità di guida preferita Sport come modalità di default.
Ci possono stare anche delle divagazioni sempre sul tema DSG e parlare di come lo si utilizza o di come lo si vorrebbe migliorare perchè questo è un forum in cui si tollera molto, ma se cadiamo nel trabocchetto DSG si o DSG no non ne usciamo più, COME SEMPRE!
Mi spiace per le tue esperienze negative, le mie sono al contrario positive, ma non sono argomento di discussione nè le tue nè le mie

Re:DSG: consumi con cambio in S

Risposta n. 14
Infatti non volevo riaccendere la solita discussione manuale vs automatico, ma solo far capire che prima di parlar male di qualche attrezzo bisogna conoscerlo in tutte le sue sfaccettature ed imparare ad usarlo. Ancora dopo che ho scritto il post,  per esempio ho scoperto che in salita usando il piede leggero in S posso far scendere il motore fino a quasi 1300 giri e farlo riprendere con buon vigore senza provocare la scalata del cambio al rapporto inferiore. In questi giorni ho consumato ancora meno, intorno a 14,3 , sempre con cambio in S, quindi con consumi pari a quando guidavo in D, ma con piacere di guida ben maggiore. ora ad ogni richiesta sento immediatamente di avere a disposizione oltre 200 cv e tanta coppia  (e qui approfitto per ringraziare ancora il buon Teoturo per il suo magico intervento), prima invece una volta si e una no mi sembrava di avere una G.tec (non me ne vogliano i possessori, è solo per far capire bene il concetto), facendomi magari rinunciare ad un sorpasso o obbligandomi a passare in manuale per farlo.
Le mie considerazioni comunque valgono per la guida normale di tutti i giorni, quando ci si vuole divertire si passa in manuale, perché non bisogna mai dimenticarsi che  il Dsg non è un cambio automatico, ma un manuale senza il comando della frizione.