Passa al contenuto principale

Ultime notizie

Adesivi Skoda Club disponibili, per maggiori informazioni clicca qui
Topic: Skoda Superb iV ibrida plug-in (Letto 54 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Skoda Superb iV ibrida plug-in

Al volante dell’ibrida plug-in

Non capita spesso di lanciare simultaneamente un modello elettrico e uno ibrido plug-in, specie se si tratta di prime assolute nella storia di un costruttore: il riferimento è alla Skoda che, insieme alla Citigo iV a trazione elettrica, ha lanciato la Superb iV, l’ibrida alla spina che arriverà nelle concessionarie a febbraio. La vettura sarà proposta con carrozzeria berlina e wagon in quattro allestimenti – Executive, Style (annovera virtual cockpit e cruise control adattivo), SportLine (completa di fari adattivi full Led Matrix e interni rivestiti d'Alcantara e pelle) e L&K – con prezzi compresi fra 39.400 e 48.100 euro.

Convincono assetto e sprint. La Superb iV spinge bene sin da subito: se le batterie sono cariche, infatti, il motore elettrico sincrono trifase a magneti permanenti da 136 CV, integrato nel cambio doppia frizione a sei rapporti, eroga istantaneamente la sua potenza, supportando il quattro cilindri turbobenzina di 1.4 litri da 156 CV. L’accoppiata tra i due assicura 400 Nm di coppia motrice, garanzia di uno spunto brillante. La batteria agli ioni di litio da 13 kWh (effettivi 10.4 kWh) è collocata sul fondo del pianale, davanti all’asse posteriore: ne risulta una distribuzione dei pesi equilibrata, esaltata da un assetto rigido ma comunque capace di assorbire bene le asperità stradali. L’innesto del motore elettrico nella catena di trasmissione è operato da una terza frizione, in maniera molto vellutata. Per il resto il Dsg abbina la rapidità di cambiata alla fluidità, anche se in alcune situazioni si desidererebbe una settima marcia.

Tre modalità di guida. Tramite il Driving Mode Select, è possibile beneficiare di tre programmi di marcia: Sport, e-Mode e Hybrid. Il primo consente di utilizzare tutto il potenziale del motore, ovvero 218 CV e 400 Nm coppia, a patto che la batteria sia carica. In questo caso lo 0-100 km/h è coperto in 7,7 secondi e la velocità massima è di 224 km/h. Viceversa, in modalità e-Mode l’auto procede con la sola spinta del motore elettrico fino a una velocità di 140 km/h: l’autonomia a zero emissioni della Superb è compresa fra 47 e 62 km, omologati Wltp. Mentre la mappatura Hybrid permette un’equilibrata sinergia tra i due propulsori al fine di ottimizzare l’efficienza. Tempi di ricarica: con la wallbox a 3,6 kW, la batteria può essere ricaricata in circa tre ore e mezza. Mentre con una presa domestica servono cinque ore.

Adatta ai lunghi viaggi. All’interno soddisfa la qualità dei materiali e degli assemblaggi: la disposizione dei comandi è molto convenzionale, con lo schermo dell'infotainment (connesso alla rete) posto più in basso rispetto alla strumentazione digitale. I sedili sono comodi e l’insonorizzazione elevata. La Superb è un’auto capace di macinare parecchia strada senza affaticare e vanta uno sterzo ben calibrato: è preciso e, nella modalità di marcia sportiva, si fa piacevolmente consistente. Il bagagliaio ha una capacità che varia fra 475 e 1.610 litri a seconda della configurazione interna (tra 510 e 1.800 litri la wagon). Il consumo di carburante? È strettamente correlato allo stato di carica della batteria: in modalità ibrida, su un percorso urbano e autostradale, il computer di bordo segnava 3,5 litri/100 km. Valori che diventano meno entusiasmanti quando si esaurisce l’apporto elettrico.

Assistenza alla guida di Livello 2. La Superb iV offre tutti i dispositivi di assistenza alla guida di Livello 2, come la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni e il lane assist con correzione della traiettoria. Il cruise control adattivo, disponibile a partire dall’allestimento Style, sfrutta le funzionalità di una telecamera, dei sensori e del Gps. Ed è in grado di seguire il traffico in colonna. Utili pure il Rear Traffic Alert – monitora l’area retrostante la vettura in fase di retromarcia, rilevando veicoli in avvicinamento e, se necessario, frena il veicolo – e l’Emergency Assistant, che in caso di malore del guidatore, arresta l’auto in una posizione di sicurezza (come la corsia d'emergenza in autostrada).


Galleria fotografica nel link.