Passa al contenuto principale

Ultime notizie

Mappa utenti, clicca qui per visualizzarla o aggiungere la tua posizione
Topic: Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione (Letto 3276 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione

Siamo andati a Verona in occasione dell'ultimo appuntamento della stagione CIR 2014. Ecco il nostro racconto della manifestazione e le classifiche finali della gara.

Il Campionato Italiano Rally (CIR) questo week-end si è svolto a Verona, con una gara composta da undici prove speciali, dove si è deciso il verdetto di un’intera stagione. In compagnia di Skoda Italia Motorsport, nelle giornate di venerdì e sabato, ho “assaporato” dal vivo l’atmosfera di questo importante evento…

X

Nel pomeriggio di venerdì mentre sono in treno, aspettando di arrivare nella città di Romeo e Giulietta, analizzo il road book. I tre contendenti al titolo Umberto Scandola (Skoda Fabia S2000), Paolo Andreucci (Peugot 208 T16) e Giandomenico Basso (Ford Fiesta R5 alimentata a GPL) apriranno le danze con la PS1 “Torricelle” (2.62 km). L’interessante prova prologo si svolge a pochissimi passi dal centro storico di Verona, in quel tratto di strada reso famoso dalla storica salita delle Torricelle e dai Mondiali di Ciclismo che più volte hanno messo le ruote su queste curve. La versione studiata dall’ACI Verona Sport scatta vicino a Porta Vescovo, percorre la salita, scollina e scende verso quartiere B.go Treno per concludersi dopo i primi tornanti in discesa.

La PS 2/6 “Porcara” rappresenta la nuova prova, rispetto alla precedente manifestazione. Si tratta di una ps stretta, lunga 7.44 km, che combina tratti in mezzo a una fitta vegetazione e tratti in campagna aperta. La PS 3/7 “Ca’ del Diavolo” è definita dagli organizzatori stessi come la prova regina della gara, sia per chilometri (23.80 km) sia per il proprio heritage. La PS 4/8 “Badia Calavena” si sviluppa invece su 11.91 km e in alcuni frangenti ripercorre quella che in origine era una delle versioni della Ca’ del Diavolo, mentre, la PS 5/9 “Marcemigo” è stata ripresa dal Rally Due Valli 2013 ed è lunga 11.19 Km.

Dulcis in fundo, domenica, la manifestazione si conclude con la PS 10/11 “Erbezzo” (21.38 km) che sfiora i confini del Trentino Alto Adige, nella zona di Passo Fittanze, per poi rigettarsi in discesa fino al fine prova. Una volta apprese tali informazioni, leggo i vari curriculum sportivi dei piloti, mi concedo un attimo di relax e arrivo in stazione. Intanto, il sole sta calando.

Sono le sette di sera e il 32° Rally Due Valli apre ufficialmente i battenti. La prima vettura del CIR esce dal service park per un breve passaggio in Piazza Brà (Verona), una passerella prima di affrontare la prova spettacolo di Torricelle alle ore 20. Le persone presenti in piazza sono molte, un mix tra appassionati e curiosi/turisti attirati dalle melodie emesse dagli scarichi delle vetture. Il giorno seguente la sveglia suona presto. Dopo non molto giungo su un tratto interessante di osservazione della PS3 che mi permette di veder passare a pochi metri di distanza le vetture durante una discesa rilevante, effettuare un tornatino stretto e allontanarsi in progressione tra i tornanti.

Ancora una volta rimango stupito dal numero di appassionati presenti. Nonostante la nebbia, una lieve pioggerellina accompagnata da vento e temperature pungenti, accanto a me ci sono infatti molte persone giunte da disparate località per seguire la competizione. Non importa per chi tifino. L’atmosfera è serena e tutti sono uniti da un unico denominatore comune: l’amore genuino, e profondo, per il rally. Uno sport che non delude…









Fin dal prologo di venerdì sera si è capito che la 32° edizione del Rally Due Valli sarebbe stata intensa. L'equipaggio Skoda, pur rimanendo nelle posizioni di vertice, non entra nei primi tre posti. Con queste premesse inizia la giornata di sabato caratterizzata da otto speciali, quattro da ripetere due volte. Proprio sul primo passaggio del tratto cronometrato di Porcara Umberto Scandola e Guido D'Amore incappano in una foratura, situazione che penalizza il duo nel corso di tutta la mattinata.

Nonostante la condizione poco favorevole Scandola e D'Amore non hanno però perso il passo dei primi, chiudendo il tratto di Cà del Diavolo in terza posizione. Quarti, invece, sul passaggio di Badia Calavena. Mentre sulla Marcenigo l'equipaggio Skoda torna a siglare il terzo tempo in prova. Dopo il riordino e il parco assistenza a Verona, la carovana del CIR riparte in direzione Porcara. In questa occasione Scandola-D'Amore concludono in seconda posizione, migliorando la prestazione della mattinata.

Gli ultimi passaggi su Cà del Diavolo e Badia Calavena, vedono Scandola nuovamente terzo e poi secondo. Piazzamenti che non mutano la posizione in classifica. La prima tappa del Rally Due Valli si chiude infine con una prova d'anticipo, in seguito alla cancellazione del tratto di Marcenigo stabilito dalla direzione di gara.

Sulla prova speciale numero 10, scattata alle ore 08:42 di questa mattina, la situazione climatica non è delle migliori a causa di una fitta nebbia. Il miglior tempo è realizzato da Basso (14'37.1), davanti ad Andreucci di quattro secondi. Scandola chiude terzo. La PS 11 si conclude con Basso al primo posto, Scandola al secondo e Andreucci al terzo. La stagione termina qui. Paolo Andreucci si laurea Campione Italiano Rally 2014. Insieme ad Anna Andreussi il pilota toscano porta così a casa il suo ottavo titolo tricolore regalando alla Peugeot l'ennesimo trofeo, dopo quello costruttori conquistato aritmeticamente già nella penultima gara della serie.












Fonte articolo: autoblog.it

Re:Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione

Risposta n. 1
Non abbiatene , ma la mia gioia è grande: Paolino e Anna nuovamente campioni italiani (dance) (rock) (applausi)

Re:Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione

Risposta n. 2
Citazione da: "RobyA112"
Non abbiatene , ma la mia gioia è grande: Paolino e Anna nuovamente campioni italiani
(ban) Radu, urge la tua mano 

(martello)

Re:Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione

Risposta n. 3
Scandola non sarà Mai come Ucci, nemmeno tra 20 anni. Ha vinto il titolo lo scorso anno perchè correva da solo.

Con questo non dico che Skoda non sia una buona auto, anzi probabilmente è la migliore del lotto, ma non basta l'auto.
Vedremo se con l'R5 in arrivo riuscirà a far di meglio, ma se non ha vinto quest'anno con la 208 ancora tutta da sistemare, penso che sarà molto dura.

Comunque Forza Ucciiii ;D ;D ;D

Re:Rally due Valli 2014: con Skoda all'ultima gara CIR della stagione

Risposta n. 4
purtroppo non seguo il mondo del rally, ho semplicemente riportato l'articolo di autoblog (nonso)