Passa al contenuto principale

Ultime notizie

Mappa utenti, clicca qui per visualizzarla o aggiungere la tua posizione
Topic: 3 giorni di noleggio Yeti (Letto 1255 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

3 giorni di noleggio Yeti

Ciao a tutti,
in previsione di un possibile acquisto nel 2015, ho avuto la bella idea di noleggiarmi una Yeti per 3 giorni per avere un po' di esperienza diretta, che il test di una sola ora (giù effettuato) non può certo darti.
L'ho noleggiata in Macedonia, dove ero per le vacanze, per tre giorni. Purtroppo non ho potuto fare tutti i giri e i km che avrei voluto causa influenza e causa temperature rigidissime (fino a -16 la notte a Skopje!) e ghiaccio/neve su alcune strade,
La yeti nolleggiata era una 1.4 TSI (il motore che interesserebbe a me) del 2013 con 51000km e con allestimento direi base (aveva una radio bolero con touch screen ma non i comandi al volante, però aveva il sedile passeggero regolabile in altezza, boh...niente cruise control)

Queste le mie impressioni a freddo:
- visibilità buona: mi sono trovato bene a guidare con il sedile ancora più rialzato del normale. Il fatto che si veda il cofano dell'auto guidando (contrariamente a tutte le altre auto che ho guidato) permette una guida più "consapevole" e sicura e aiuta anche durante le manovre. Il montante lato guida mi ha dato alcuni problemi di visibilità in certe svolte ma credo sia una questione di abitudine come per tutte le auto.
- Tutto sommato facile da parcheggiare. Le dimensioni dell'auto non sono enormi e il posteriore verticale e il fatto che si veda il cofano aiutano tanto nelle manovre. Con i sensori di parcheggio (che l'auto noleggiata non aveva) il parcheggio non dovrebbe essere un problema.
- Tanto spazio nell'abitacolo, ma questo si sapeva.
- Motore al di sopra delle aspettative. Ai semafori sembrava che l'auto si spegnesse da quanto era silenzioso e mi è parso sempre molto scattante e "sportivo" quanto basta. Mi sono divertito parecchio nelle stradine in salita. Direi che sicuramente il motore è stata la nota più positiva.
- Spazio nel bagagliaio molto ridotto. L'auto aveva la ruota di scorta. Ora, ognuno di noi ha esigenze diverse evidentemente e ne abbiamo parlato a lungo in questo post, ma con la ruota il bagagliaio è davvero piccolo e per me la cosa è inaccettabile per un'auto di 4,22m (non una utilitaria). Ho potuto anche verificare lo spazio che rimane disponibile a destra e a sinistra della ruota di scorta sotto al piano e non è niente di ché.
- Numerose Vibrazioni. La macchina presentava numerose fastidiose vibrazioni. D'accordo che era una auto a noleggio quindi forse non trattata nel migliore dei modi, ma resta un'auto del 2013 e con soli 51000km. Inoltre anche l'auto nuova che ho avuto in test un'ora qui in Belgio aveva le "famose" vibrazioni del cruscotto. In rete l'argomento è trattattissimo: esistono molti (tra cui sicuramente molti di voi) che non hanno mai avuto questi tipi di problemi ed molti altri che invece se ne lamentano e le hanno provate tutte (ma davvero tutte) per cercare di risolverli. Mi sembra che acquistando una Yeti uno faccia un po' una scommessa: alcuni modelli escono senza questi problemi di vibrazioni ed altri no e se ti va bene sei fortunato. Per una macchina da 20000-25000€ mi sembra assurdo e da quello che si legge in giro e dalle impressioni che ho avuto qui in Belgio nei miei scambi con i concessionari, sembra che la casa non sia in grado di risolvere il problema.
- qualità delle plastiche interne deludente. Ci sono rimasto davvero male e probabilmente è un problema legato al punto precedente. Sarà stato anche il freddo...  ??? ma toccando per esempio la parte dove ci sono i comandi del climatizzatore o le bocchette di aerazioni centrali la risposta era un sonoro "squeakkkk". Per non parlare dell'impugnatura della portiera in cui era chiaro che le due plastiche che la componevano non erano ben assemblate perchè serrandola si sentiva lo stesso rumoraccio stile "Panda" (non so se mi spiego).  Anche questo inaccettabile per una macchina da 20000-25000€. Non sono un esperto, ma mi sconvolge pensare che questi interni/materiali corrispondano a quelli Volkswagen.

La delusione rispetto a vibrazioni e plastiche e, secondariamente, rispetto allo spazio nel bagagliaio mi hanno fatto riconsiderare seriamente l'acquisto.
Mi sono chiesto, e pongo la domanda anche a voi del forum, se per caso le auto destinate a quei mercati (paesi dell'est) siano costruite in un'altra fabbrica o con criteri di qualità meno "esigenti". Lo chiedo perchè come si sa per altre auto accade e perchè l'auto da me provata mi ha messo un dubbio: lo schermino con il contachilometri e l'orologio nel cruscotto era un classico display e non uno schermo a pixel (multidot penso si chiami). A quanto ne so lo schermo a pixel era già presente nelle versioni 2013 e non è stato introdotto con il facelift quindi o la macchina non è del 2013 come mi hanno detto, o lo schermo a pixel nel 2013 era presente soltanto negli allestimenti più costosi, oppure per quel mercato hanno mantenuto lo schermo a display anche nel 2013.

Cmq a breve ci sarà il salone dell'auto a Bruxelles e salirò di nuovo sulla yeti avendo ben presenti in testa le impressioni che mi ha fatto l'auto noleggiata. Sarà ovviamente l'occasione per guardare altre auto di altre marche dato che (per fortuna) l'acquisto non è imminente.

I vostri commenti sono più che benvenuti!


Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 1
Dimenticavo di raccontarvi un "quasi-incidente" che mi è capitato in Macedonia della quale però la Yeti non ha colpa, perchè penso mi sarebbe accaduto esattamente lo stesso con un altra auto.
Ero in un villaggio, in un tratto di strada a doppio senso ma troppo stretta per passare con due veicoli. Il tratto era in discesa e la strada era pulita (niente neve) ma evidentemente con uno strato di ghiaccio invisibile. Ovviamente non andavo veloce e l'auto aveva gomme invernali.
Mi sono visto un furgone risalire la strada. Appena l'ho visto ho frenato e l'auto non ha accennato a fermarsi ed ha incominciato a scivolare giù per la discesa con la spia dell'ASR sempre accesa. Non c'è stato modo di fermarla: ha continuato a scivolare giù senza nemmeno rallentare. L'autista del furgone è stato per fortuna molto sveglio e quando mi ha visto scivolare ha messo la retro e ha incominciato a farsi indietro.
Quando l'impatto era imminente io ho provato a sterzare per provare cmq a passare di fianco al furgone (non ci sarei mai passato e avrei sfregiato tutte e due le fiancate, ma sul momento è la cosa che mi è venuta da fare). Sterzando la macchina si è messa un po' di traverso e ha continuato a scivolare.
Si è finalmente fermata quando la piccola discesa è finita a pochi cm dai muretti della strada (che, come detto, era comunque stretta!) e a un metro dal paraurti del furgone.
L'ho raddrizzata e sono sceso ed effettivamente sulla strada si faceva fatica a stare in piedi per lo strato di ghiaccio, che era comunque davvero invisibile.
Mi è andata di lusso considerando che ci sono stati zero danni per le seguenti ragioni:
- fondamentale la retromarcia del furgone che mi ha allungato lo spazio di scivolata;
- altrettanto fondamentale che la discesa terminasse ad un certo punto
- credo che aver sterzato all'ultimo momento mi abbia dato un margine di alcuni centimetri.

Paura vera considerando che l'auto era anche a noleggio!

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 2
Beh, prima di tutto, sono contento che il "quasi incidente" non sia stato un "incidente" vero e proprio.
Detto ciò:

Queste le mie impressioni a freddo:
Citazione
E come potrebbero essere diversamente, a -16°?  :))

Ai semafori sembrava che l'auto si spegnesse da quanto era silenzioso

Sicuro che non si fosse attivato lo S&S?  (lmao)

Mi sono chiesto, e pongo la domanda anche a voi del forum, se per caso le auto destinate a quei mercati (paesi dell'est) siano costruite in un'altra fabbrica o con criteri di qualità meno "esigenti".
Come potrai leggere anche tu (http://it.skoda.ch/skoda/produktion), Skoda ha fabbriche anche fuori dalla CZ ed è molto probabile che, per certi mercati "economici" (quindi anche Stati dell'ex-Jugoslavia, come la Macedonia), Skoda utilizzi diversi standard qualitativi per la produzione delle proprie auto. Di sicuro, la lista degli accessori (di serie e optionals) cambia, anche di molto, a seconda di dove sarà poi venduta l'auto.

A mio avviso, faresti bene a noleggiarne una in Belgio (mi sembra di capire che risiedi a Bruxelles), e/o in Italia (se mai ci vieni) e vedere poi quali differenze ci sono, sia in termini di qualità di assemblaggio e materiali, sia per quanto riguarda le dotazioni. Infatti, penso che al Salone di Bruxelles tu potresti avere una visione non realistica di ciò che potresti acquistare, perchè le Case, in queste occasioni, tendono a portare il meglio della loro produzione, con auto super-rifinite e super-accessoriate.

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 3
Dimenticavo di raccontarvi un "quasi-incidente" che mi è capitato in Macedonia della quale però la Yeti non ha colpa, perchè penso mi sarebbe accaduto esattamente lo stesso con un altra auto.
Ero in un villaggio, in un tratto di strada a doppio senso ma troppo stretta per passare con due veicoli. Il tratto era in discesa e la strada era pulita (niente neve) ma evidentemente con uno strato di ghiaccio invisibile. Ovviamente non andavo veloce e l'auto aveva gomme invernali.
Mi sono visto un furgone risalire la strada. Appena l'ho visto ho frenato e l'auto non ha accennato a fermarsi ed ha incominciato a scivolare giù per la discesa con la spia dell'ASR sempre accesa. Non c'è stato modo di fermarla: ha continuato a scivolare giù senza nemmeno rallentare. L'autista del furgone è stato per fortuna molto sveglio e quando mi ha visto scivolare ha messo la retro e ha incominciato a farsi indietro.
Quando l'impatto era imminente io ho provato a sterzare per provare cmq a passare di fianco al furgone (non ci sarei mai passato e avrei sfregiato tutte e due le fiancate, ma sul momento è la cosa che mi è venuta da fare). Sterzando la macchina si è messa un po' di traverso e ha continuato a scivolare.
Si è finalmente fermata quando la piccola discesa è finita a pochi cm dai muretti della strada (che, come detto, era comunque stretta!) e a un metro dal paraurti del furgone.
L'ho raddrizzata e sono sceso ed effettivamente sulla strada si faceva fatica a stare in piedi per lo strato di ghiaccio, che era comunque davvero invisibile.
Mi è andata di lusso considerando che ci sono stati zero danni per le seguenti ragioni:
- fondamentale la retromarcia del furgone che mi ha allungato lo spazio di scivolata;
- altrettanto fondamentale che la discesa terminasse ad un certo punto
- credo che aver sterzato all'ultimo momento mi abbia dato un margine di alcuni centimetri.

Paura vera considerando che l'auto era anche a noleggio!

BLACK ICE!!! E' il termine corretto di questo fenomeno... hai avuto veramente molta fortuna!

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 4
Cos'è Black Ice?
È la prima volta che sento questo termine.

Io ho la sensazione che le gomme invernali fossero economiche e, considerato l'uso dell'auto, usurate.
Io ho viaggiato sul ghiaccio (quello per intenderci sul quale non si può nemmeno stare in piedi), con continental (Alfa 147) e Pirelli (Golf V), sempre in discesa, e non ho mai avuto problemi del genere.
Ma sono sempre interessato a conoscere i giudizi, i suggerimenti e le esperienze di tutti.
Imparare è molto importante!
Quindi grazie anche al nostro Amico che ha descritto in maniera molto chiara quei brutti istanti.

Un saluto.


Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 6
http://en.wikipedia.org/wiki/Black_ice

E' lo strato, praticamente invisibile, di ghiaggio che si può formare in condizioni particolari e infido perché c'è attrito zero tra gomma e asfalto e te ne accorgi solo una volta che ci sei sopra....

https://www.youtube.com/watch?v=dwx-VkvvjgY

D'accordo su questo, ma ritengo che valga per le gomme estive o onnitempo.
Le gomme termiche servono proprio ad evitare l'aderenza zero in condizioni limite (ghiaccio, neve fresca e non, fango e pioggia). Ecco perchè penso che quelle del nostro amico non fossero adeguate a quella situazione.
Sei d'accordo?
A meno che ... esista un SuperGhiaccio che non conosco ...  8)
Eppure ho visto fuoristrada 4X4 pattinare con i soliti pneumatici onnitempo M+S, persone che cercavano disperatamente di tenersi in piedi afferrando le maniglie delle proprie auto che scivolavano insieme a loro, mentre io, con i Conti Winter Contact montati sulla mia Alfa, procedevo tranquillamente. Magari avevo un po di strizza ... :-\ ... ma non ho avuto alcun problema.

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 7
Dimenticavo ... il filmato è davvero terribile!  :o

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 8
le gomme invernali aiutano, ma contro il ghiaccio anche loro non fanno miracoli...
in determinate condizioni solo le catene (o le gomme chiodate) possono riuscire a "forare" lo strato di ghiaccio
Sicuramente fanno la differenza rispetto alle stive o "semplici" M+S (senza snowflake).
Anche a me è capitato di girare "sicuro" su neve compattata e ghiacciata (o anche ghiaccio) con le invernali senza problemi, mentre davanti a me avevo Suv che si intraversavano (con i loro proprietari stupefatti)

a me una condizione simile a quella di @albero è capitata su discesa ghiaiata (senza furgone però) ed è davvero brutta...

Re:3 giorni di noleggio Yeti

Risposta n. 9
neanche il miracolo tiene sul ghiacciooo 8)